Disconoscimento della scrittura alla prima udienza o risposta successiva. L’omesso deposito di una memoria non determina decadenza

Cassazione civile, sez. VI, 15 Giugno 2018, n. 15780

“l’art. 215 c.p.c., comma 1, n. 2, sottopone il disconoscimento della scrittura privata a termine decadenziale, dovendo esso essere formulato nella prima udienza o nella prima risposta successiva alla produzione… Vertendosi di norma in tema di decadenza essa è di stretta interpretazione, per cui il contemplato effetto sfavorevole all’autore (apparente) del documento deve essere correlato al compimento da parte di questi dell’atto specificamente richiesto dalla legge per impedirla (articolo 2966 c.c.) ossia il disconoscimento della scrittura privata nella prima risposta o alla prima udienza successiva alla relativa produzione in giudizio. Dunque per prima risposta non può che intendersi un atto processualmente rilevante proveniente dalla parte onerata del disconoscimento della prodotta scrittura privata…, sicchè per converso il riconoscimento tacito della medesima scrittura non può essere integrato dal mancato esercizio da parte del soggetto onerato del disconoscimento della facoltà di depositare nel concesso termine note autorizzate, seppure in replica alla produzione della scrittura” (Cass. 28 marzo 2014, n. 7409).

Pertanto, essendo la scadenza del termine per il disconoscimento ancorata alla celebrazione della prima udienza ovvero alla formulazione della prima risposta, affinchè il termine possa considerarsi spirato, è necessario che una udienza ovvero una difesa, da parte del soggetto onerato del disconoscimento, abbiano avuto effettivamente luogo;

Di conseguenza la decadenza non può dipendere, da una non difesa, in cui si risolve il mancato esercizio della facoltà di deposito della terza memoria prevista dal medesimo art. 183 c.p.c.;


Stralcio estratto dal sito AvvocatoAndreani.it.  Leggi l’articolo integrale: Disconoscimento del documento depositato con la memoria n. 2 ex art 183 cpc

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.